Archivi tag: rifiuti

Rifiuti Lazio, “l’affaire Albano”

di Angela Gennaro

Emergenza rifiuti: oltre Malagrotta, Roma teme l’effetto Napoli. Un ciclo dei rifiuti non è mai stato avviato. E il Lazio è un focolare continuo di proteste che spesso restano relegate nelle pagine di cronaca dei quotidiani locali. No a discariche e inceneritori, sì alla differenziata e a un piano rifiuti funzionante e dalla parte dei cittadini e dell’ambiente. Le comunità coinvolte sono tutte d’accordo, spesso con l’appoggio esplicito e al di là dell’appartenenza di partito degli amministratori locali. E guai a chiamarlo fenomeno Nimby (Not in my backyard). L’obiettivo è quello di “una lotta ampia autorganizzata che parta dal basso e che riesca ad affrontare le tematiche del diritto all’abitare, le lotte sui luoghi di lavoro, nelle scuole e nelle università assieme alle lotte per la riappropriazione della sovranità delle popolazioni sui propri territori contro cementificazione e grandi opere che abbiamo visto dispiegarsi in tutta la loro forza in Val di Susa”. Contro gli “speculatori di tutte le risme che hanno tratto profitto dall’accumulo della mondezza e dal cemento, inquinando suolo, aria e falde acquifere”. Tante le forme di lotta, spiega Daniele Castri, referente legale del Coordinamento contro l’inceneritore e contro l’ampliamento della discarica di Albano Laziale. Volantinaggio, attacchinaggio, assemblee pubbliche e cortei. Fino alla vertenza legale, con molti ricorsi al Tar, al Consiglio di Stato e alla Corte dei Conti. Una lotta che al momento ha dato i suoi frutti, “fermando di fatto il piano di Manlio Cerroni – sempre lui, il proprietario di Malagrotta – di costruire un enorme inceneritore nella zona di Roncigliano. Secondo alcuni, se il Consiglio di Stato confermasse la bocciatura del Tar, l’inceneritore si farà a Pizzo del Prete a Fiumicino. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Interni

«A Roma un ciclo dei rifiuti non è mai stato avviato» | Linkiesta.it

«A Roma un ciclo dei rifiuti non è mai stato avviato» | Linkiesta.it.

1 Commento

Archiviato in Interni

Emergenza rifiuti: oltre Malagrotta, Roma teme l’effetto Napoli | Linkiesta.it

Emergenza rifiuti: oltre Malagrotta, Roma teme l’effetto Napoli | Linkiesta.it.

1 Commento

Archiviato in Interni

Rifiuti, sanzioni Ue all’Italia. Dopo Napoli, è allarme a Roma

da Il Riformista del 29 settembre 2011

EMERGENZA. De Magistris propone una «rivoluzione ambientale». Nel Lazio, raccolta differenziata disastrosa. La discarica di Malagrotta vicino alla chiusura.

di Angela Gennaro

In arrivo a Napoli una “rivoluzione ambientale”. È la risposta del sindaco Luigi De Magistris alle sanzioni Ue. Mentre nel Lazio è “allarme rosso”.
È prevista per oggi la pubblicazione del già annunciato avviso di messa in mora per l’Italia per la questione dei rifiuti nel capoluogo partenopeo, con annesso stop dei finanziamenti. E l’Italia avrà due mesi di tempo per adeguarsi. È la seconda procedura di infrazione aperta contro il Belpaese: la prima risale al 2007, e nel marzo 2010 era arrivata la condanna della Corte di Giustizia per la mancata creazione di una rete di impianti per smaltire i rifiuti urbani senza mettere in pericolo salute e ambiente. Luigi De Magistris non ce l’ha con Bruxelles. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Interni